Tango

Tango, coppia, incontro, moda. Mi sono imbattuta per caso in un articolo di blog che ha pizzicato non una corda, ma un intero accordo del mio cervellino.

Elena, una neo-redattrice a cui qualcuno dei miei contatti facebook faceva gli auguri per il nuovo incarico, si dà il caso sia anche la curatrice di un blog sul tango argentino, su cui non ne sviscera banalmente consigli da manuale, ma riporta considerazioni abbastanza personali sulla filosofia di questo ballo.

In un post intitolato Come farsi invitare da un uomo in milonga, la Elena sottopone un problema, a suo dire, tipico delle frequentatrici di sale da ballo. Cito.

Continue reading “Tango”

Ciao, posso?

 

Versione 1 Versione 2
Lui: Ciao, posso?

Io: “posso” cosa?

Lui: chattare

Io: ok.

(attesa infinita)

Lui: Ciao, come ti chiami

Io (penso: non c’è scritto nel profilo)

Lui: quanti anni hai

Io (penso: non era una domanda maleducata?)

Lui: sei sposata?

 

Sono i due tipi di di conversazioni che ultimamente ricevo in chat da persone conosciute da poco, sia su Facebook che su IMVU.

Vorrei dire a chi mi contatta (e a chi contatta qualunque ragazza in chat) che non si fa così. Non perché sia maleducato, ma perché semplicemente non è conversare.

Quando volete intrattenervi in conversazione con una ragazza, abbiate qualcosa, non dico di cui parlare, ma almeno da chiedere.  Continue reading “Ciao, posso?”