Jerkaholic, il vizio dell’uomo sbagliato

Marilu Henner

Siete state male l’ultima volta? Al prossimo appuntamento, fate un nodo al fazzoletto.

L’ultima scoperta in fatto di relazioni complicate l’ho fatta questa sera leggendo (ascoltando, per la precisione) il libro Total Memory Makeover di Marilu Henner (Taxi, Pazzi a Beverly Hills).

La tendenza di farsi abbindolare da uomini che si dimostrano sbagliati è un… vizio?

Il libro è incentrato sull’influenza che ha la memoria sulla nostra vita, influenza tanto più positiva quanto più i ricordi sono persistenti. Il succo è che molte situazioni spiacevoli potrebbero essere evitate semplicemente ricorrendo all’esperienza.

Ciò si applica particolarmente alle abitudini nocive. Per tutti i comportamenti deleteri, infatti, esiste sempre un deterrente dal riprovarci, di solito anche molto potente. Per il fumo, la mancanza di fiato nel fare pochi gradini; per il cibo, l’acidità o lo specchio; per l’alcol, il cerchio alla testa del risveglio. Se la memoria umana fosse meno fallace o, più precisamente, se facessimo maggiore affidamento alla sorprendenti capacità del nostro cervello, il solo ricordo delle sensazioni di nausea sarebbe sufficiente a distoglierci dal quel bicchiere o da quella fetta di torta in più.

Non si tratta di superficialità né di carenza di autocontrollo. Chiunque sa che una porzione di troppo non fa bene, ma il solo saperlo non basta a farci desistere. Ma il ricordo di quanto male siamo state, quello sì. E, ovviamente, il ricordo di come si stia bene prima degli eccessi.

Una teoria interessante, che è diventata sorprendente quando l’autrice ha accostato le dipendenze come quelle del fumo, dell’alcol e dell’eccesso di alimentazione, al vizio di frequentare uomini sbagliati. Sarebbe una dipendenza anche quella.

Sarebbe un concetto da prendere in considerazione la prossima volta che saremo tentate di giudicare le malcapitate delle nostre amiche, o noi stesse, sfortunate in amore.

La questione non è che attiriamo uomini insensibili, né che ci buttiamo tra le braccia di cavalieri che poi si dimostrano trogloditi. A poco vale il consiglio di valutare attentamente la situazione prima che sia troppo tardi: oltre ad essere tremendamente ovvio, non funzionerebbe, nessuno ha la sfera di cristallo e tutte siamo brave con il senno di poi.

Togliersi il vizio non vuol dire ricordarsi di psicanalizzare il partner. Significa piuttosto che, al prossimo invito, occorre guardare dentro noi stesse e confrontare le sensazioni, mentre si accumulano, con quelle che in passato ci hanno eventualmente portato al fallimento.

Il concetto di dare ripetutamente appuntamenti con uomini sbagliati è un concetto americano, che probabilmente mal si adatta alla cultura italiana. Almeno nella maggior parte dell’Italia, correggetemi se sbaglio, noi Italiane non cambiamo partner così frequentemente, raramente usciamo da sole con i ragazzi prima di esserci messi insieme.

Ma il concetto di ricorrere alla memoria nella nostra relazione continua ad essere valido. Quante discussioni e musi lunghi possono essere evitati, a noi stesse o al nostro partner, se prima di prendere un’iniziativa pensassimo, badate bene, non a cosa è successo, ma cosa abbiamo provato le ultime volte che è capitato.

 

Attenzione, però, bisogna essere umili e sincere quando si parla di memoria, perché abbiamo la tendenza a costruirci delle verità su misura, finendo per prendere in giro solo noi stesse. Non sarà un caso che noi italiane, qui in America, ci siamo fatte questa reputazione.

“Non far perdere la pazienza a un’Italiana, ricorda cose che non sono neanche ancora successe!”

 

Jerkaholic, termine coniato da me, composto da jerk (colloquiale inglese per bastardo) e -aholic, (in inglese, suffisso per denotare dipendenza patologica, in analogia con alcoholic=alcolista).

 

Mary Lucy Henner, attrice, presentatrice, scrittrice, affetta dalla sindrome della memoria autobiografica eccezionale (highly superior autobiographic memory, HSAM) o ipertimesia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *