Life coach

E’ assurdo che nel XXI secolo, in un mondo moderno, istruito e civilizzato, abbiamo così tanto da imparare sulle dinamiche relazionali.

C’è chi non si fa capace di come la suocera non capisce che non deve piombare senza preavviso, chi non riesce a capire perché il marito non porta fuori la spazzatura, chi ha problemi di comunicazione con il collega o con il capo, chi si sente non all’altezza e per darsi un tono si rifugia nelle bugie, nel cibo, o peggio.

L’industria della formazione se ne sta accorgendo e lo si evince dal fiorire di corsi per il potenziamento attitudinale, tenuti da insegnanti, istruttori, che sono delle vere e proprie guide che si offrono di accompagnarci lungo i percorsi della vita.

Un programma di life coaching molto efficace è The Life Coach School, di Brooke Castillo. Offre un podcast settimanale completamente gratuito, che totalizza un numero di puntate prossimo alle 200. La trasmissione, oltre ad essere efficace, è molto piacevole, vuoi per il modo come è strutturata, vuoi per la voce e la simpatia della conduttrice. Ovviamente il podcast è abbinato a un programma a pagamento che abbina le lezioni teoriche (gran parte costituito dai podcast stessi) ad esercizi e sedute personali. Continue reading “Life coach”

Marilu Henner

Jerkaholic, il vizio dell’uomo sbagliato

Siete state male l’ultima volta? Al prossimo appuntamento, fate un nodo al fazzoletto.

L’ultima scoperta in fatto di relazioni complicate l’ho fatta questa sera leggendo (ascoltando, per la precisione) il libro Total Memory Makeover di Marilu Henner (Taxi, Pazzi a Beverly Hills).

La tendenza di farsi abbindolare da uomini che si dimostrano sbagliati è un… vizio?

Il libro è incentrato sull’influenza che ha la memoria sulla nostra vita, influenza tanto più positiva quanto più i ricordi sono persistenti. Il succo è che molte situazioni spiacevoli potrebbero essere evitate semplicemente ricorrendo all’esperienza. Continue reading “Jerkaholic, il vizio dell’uomo sbagliato”

Tango

Tango, coppia, incontro, moda. Mi sono imbattuta per caso in un articolo di blog che ha pizzicato non una corda, ma un intero accordo del mio cervellino.

Elena, una neo-redattrice a cui qualcuno dei miei contatti facebook faceva gli auguri per il nuovo incarico, si dà il caso sia anche la curatrice di un blog sul tango argentino, su cui non ne sviscera banalmente consigli da manuale, ma riporta considerazioni abbastanza personali sulla filosofia di questo ballo.

In un post intitolato Come farsi invitare da un uomo in milonga, la Elena sottopone un problema, a suo dire, tipico delle frequentatrici di sale da ballo. Cito.

Continue reading “Tango”

Ciao, posso?

 

Versione 1 Versione 2
Lui: Ciao, posso?

Io: “posso” cosa?

Lui: chattare

Io: ok.

(attesa infinita)

Lui: Ciao, come ti chiami

Io (penso: non c’è scritto nel profilo)

Lui: quanti anni hai

Io (penso: non era una domanda maleducata?)

Lui: sei sposata?

 

Sono i due tipi di di conversazioni che ultimamente ricevo in chat da persone conosciute da poco, sia su Facebook che su IMVU.

Vorrei dire a chi mi contatta (e a chi contatta qualunque ragazza in chat) che non si fa così. Non perché sia maleducato, ma perché semplicemente non è conversare.

Quando volete intrattenervi in conversazione con una ragazza, abbiate qualcosa, non dico di cui parlare, ma almeno da chiedere.  Continue reading “Ciao, posso?”

Jason vs Arianna

Castità: valore aggiunto della Fede e della vita matrimoniale?

 

Jason il coraggio di viverecover Lei Arianna

Cosa hanno in comune Jason, un timido ragazzo di Chicago, e Arianna, un’esuberante ragazza del Sud trapiantata nella provincia americana?

“Jason, il coraggio di vivere” di Debora Fazio è uno dei primi libri che ho letto dopo la pubblicazione del mio esordio “Lei, Arianna”. Storie completamente diverse, eppure alcuni elementi sorprendentemente in comune, uno in particolare: l’approccio al sesso pre-matrimoniale. Continue reading “Jason vs Arianna”